IL FARO

Anno III – Numero 19

PERIODICO DEL CENTRO STUDI “ PIER GIORGIO FRASSATI ” -  CARIATI – (CS)

Dicembre 2000

AFFERMAZIONI IMPEGNATIVE

di Cataldo Greco

 

E' stata come sempre una lettura ad ampio raggio, senza reticenze e senza complimenti. Una lettura realistica della situazione ecclesiale, culturale, sociale e civile. Con i problemi, innegabili ed evidenti e anche con i tanti motivi di speranza e di impegno.

La riflessione sulla Gmg (Giornata mondiale della gioventù), li riassume bene, con la constatazione che i festosi invasori di Roma del ferragosto 2000 "appartengono ormai ad una altra stagione" della società e della Chiesa, rispetto a quella della seconda metà del ventesimo secolo. Portano valori e domande e reclamano nuove risposte. Si innesta proprio qui la riflessione sul grande tema politico, con la iniziale maiuscola, vale la pena di riflettere. Perché, come ha ribadito il cardinale Ruini, siamo soltanto all'inizio di un confronto che si prospetta assai lungo, complesso e impegnativo, sotto il profilo scientifico, etico, antropologico, politico e culturale. Si sbilancia il cardinale e osserva che "sembra destinato ad essere quello di maggior rilievo per le sorti dell'umanità, nel secolo che ora si apre". Nel ragionamento del presidente della Cei c'è un primo contributo quantomeno ad "istruire" una discussione che ci accompagnerà per diversi anni e non può essere sbrigativamente affidata alla regolamentazione economica o alla legge del più forte.

Il punto di partenza non può che essere la convergenza con tutti coloro che intendono lavorare per lo sviluppo, in particolare quello tecnologico e scientifico, considerando ogni essere umano "come fine e non mai come mezzo".

Questo comporta "attrezzarci sotto ciascuno di tali profili a sostenere questo confronto con rispetto e con genuina volontà di ricerca, unita alla più ferma e convinta determinazione nel non abdicare per nulla alla promozione concreta della verità e del bene riguardo all'uomo e al suo ambiente di vita".

Siamo così alla politica, che mantiene un ruolo fondamentale anche nel secolo dello sviluppo della biotecnologia.

Sono affermazioni impegnative, quelle del cardinale, da girare immediatamente ai politici ed agli schieramenti: per uscire dal vertice dello schiamazzo e prendere le misure di un futuro che è già qui.

Consapevoli che sono temi che la politica non potrà rimandare al solo livello della coscienza personale dei singoli parlamentari, "ma dovrà affrontare pubblicamente in modo esplicito e responsabile, attraverso un confronto che dia ad ogni cittadino la possibilità di orientarsi e di far pesare la propria opinione, come è indispensabile in un sistema democratico".

Tutti i diritti riservati © 1998-2012 Centro Studi "Pier Giorgio Frassati" - Cariati (CS)